vieni sott'acqua con noi: nel rispetto-in sicurezza-con amore-- la qualità di un subacqueo si misura anche dalla qualità dei corsi che ha frequentato -- Mantieniti in forma ed allenato -- vieni a conoscerci ed a conoscere le attività subacquee

DSC 2829c

DSC 2829c

Nel comune di Torri del Benaco, si svolgerà domenica 13 ottobre 2019 la manifestazione di Ecologica e di Protezione Civile Proteggiamo il Lago – 2019 organizzata da FIAS Verona e Nucleo Sommozzatori FIAS Protezione Civile. Potranno partecipare tutti i Soci o simpatizzanti per le operazioni di pulizia spiagge e fondali.

Lo scenario scelto per la manifestazione è quello di affrontare con tempestività una emergenza atmosferica con possibile rischio ambientale da inquinamento da materiali o sostenza potenzialmente pericolosi, usando le tecniche e le attrezzature più sicure.

Scenario: a causa di un eccezionale ed improvviso evento atmosferico, una imbarcazione in difficoltà perde una parte del carico, all’interno del porto di Torri del Benaco, disperdendo vari oggetti sott’acqua, in particolare alcuni contenitori di materiali inquinanti, potenzialmente pericolosi.

L’area in superficie viene isolata e messa in sicurezza con barriere galleggianti anti inquinamento e viene messo in acqua il robot subacqueo ROV per una visione subacquea in diretta, a disposizione degli operatori, senza mettere a rischio i sommozzatori.

La squadra nautica allerta le altre imbarcazioni, evitandone l’avvicinamento all’area a rischio, mentre le squadre a terra delimitano e presidiano il perimetro.

I droni del Reparto Volo ANA di Verona, comandati e monitorati da terra effettuano una ricognizione visiva dall’alto per segnalare eventuali macchie in superficie.

Grazie alle pinze manipolatrici di cui è dotato il ROV, e dei mezzi nautici a supporto, vengono prelevati campioni d’acqua a disposizione dei tecnici dell’ARPAV - Servizio Monitoraggio e Valutazioni  Dipartimento Provinciale di Verona per le analisi del caso.

Constatata l’assenza visibile di perdite inquinanti, i sommozzatori FIAS si immergono, dotati dei necessari dispositivi di sicurezza, con mute e guanti stagni in materiale anti-inquinamento, maschere gran facciale, comunicatori con la superficie per segnalare immediatamente eventuali emergenze o situazioni di rischio e per coordinare le operazioni con la sala operativa mobile FIAS presente in loco.

Verificata l’assenza di inquinanti liquidi o gassosi, le squadre di sommozzatori generici si immergono nell’area per rimuovere i contenitori sospetti ed ogni materiale o rifiuto residuo all’interno dell’area.

Viene fatta una ricognizione ulteriore nel vicino porto di Pai, rimuovendo ogni rifiuto che potrebbe inquinare le acque del Lago.